Feugiat nulla facilisis at vero eros et curt accumsan et iusto odio dignissim qui blandit praesent luptatum zzril.
+ (123) 1800-453-1546
info@example.com

Related Posts

+39 3914736535
Lun - Ven: 8:00 - 20:00
segreteria.dottfilippone@gmail.com
Title Image

Lesione del Legamento Collaterale Mediale

Home  /  Sport Medicine  /  Lesione del Legamento Collaterale Mediale

Lesione del Legamento Collaterale Mediale (MCL) del Ginocchio

Il legamento collaterale mediale, comunemente indicato come MCL, è un legamento situato lungo la parte interna del ginocchio. L’MCL si estende dall’osso della coscia (femore) allo stinco (tibia) e aiuta a stabilizzare la parte interna (o mediale) del ginocchio. Mentre diversi altri legamenti e tendini, come i tendini del tendine del ginocchio, forniscono un supporto aggiuntivo, l’MCL è la struttura più importante che impedisce alla parte interna del ginocchio di “spalancarsi” quando l’osso tibia viene tirato verso l’esterno (lateralmente).

Il legamento collaterale mediale è comunemente infortunato nei calciatori, nonché negli sciatori e nei calciatori. La maggior parte delle lesioni si verificano quando il ginocchio è sottoposto a una forza (nota come forza in valgo) che fa piegare la tibia verso l’esterno rispetto al femore. Un esempio di ciò è quando un giocatore avversario colpisce con forza l’interno della parte inferiore di una gamba. Durante questi episodi, l’MCL può essere lesionato da solo (isolato) o può essere lesionato con il legamento crociato anteriore (ACL) e / o il menisco mediale, che è direttamente collegato alla MCL

Diagnosi di lesione del legamento collaterale mediale

Quando il legamento collaterale mediale viene lesionato, la maggior parte dei pazienti sperimenta dolore lungo il ginocchio all’interno e alcuni possono effettivamente descrivere la sensazione o l’udito di un “pop”. Per i primi giorni dopo l’infortunio, la parte interna del ginocchio può apparire gonfia e “nera e blu” (ecchimotica) ed è quasi sempre tenera al tatto (edema). A differenza dell’ACL, l’MCL non si trova all’interno dell’articolazione del ginocchio e pertanto il gonfiore all’interno dell’articolazione del ginocchio può preannunciare una lesione associata all’ACL e / o al menisco.

Un medico di solito può diagnosticare lesioni del legamento collaterale mediale basate esclusivamente sull’anamnesi e sull’esame obiettivo. Pertanto, una radiografia e una risonanza magnetica non sono sempre necessarie. Una radiografia del ginocchio deve essere presa in considerazione, tuttavia, in un adolescente con questa lesione, poiché può verificarsi una frattura attraverso la piastra di crescita alla fine del femore. La risonanza magnetica è generalmente riservata a lesioni gravi in ​​cui è pianificato un intervento chirurgico o in caso di sospetta lesione dell’ACL e / o del menisco.

Trattamento del legamento collaterale mediale

Il trattamento dipende dal grado di lesione, che è determinato dai risultati dell’esame obiettivo (vedere la tabella seguente). La stragrande maggioranza delle lesioni MCL può guarire senza intervento chirurgico.

 

Esame fisico di lesione di grado:

– I:  Allungamento dell’MCL ma nessuna instabilità

– II: Lacerazione parziale dell’MCL e lieve instabilità

– III:  Strappo completo dell’MCL e notevole instabilità

 

Riposo e rinforzo: per consentire la guarigione, il ginocchio deve essere messo a riposo per diverse settimane. L’applicazione frequente di ghiaccio e una medicazione compressiva aiutano a limitare il gonfiore nei primi giorni successivi alla lesione. Prima di tornare a giocare, il ginocchio deve essere riesaminato per assicurarsi che il legamento sia guarito adeguatamente. Un tutore speciale può essere utilizzato per fornire ulteriore supporto quando il giocatore torna allo sport.

 

Chirurgia: la chirurgia è riservata a un legamento collaterale mediale che non riesce a guarire e ripristinare la stabilità all’interno del ginocchio anche dopo un periodo di riposo. Sono disponibili diverse opzioni per trattare chirurgicamente questa lesione, inclusa la riparazione o la ricostruzione del legamento. Se il legamento viene ricostruito, viene utilizzato il tessuto del paziente o il tessuto da cadavere. Il tipo di intervento chirurgico e il tessuto utilizzato si basano sulla lesione e sulle preferenze del chirurgo / paziente.

 

La riabilitazione dopo l’intervento chirurgico è piuttosto estesa e sono spesso necessari almeno sei mesi prima di prendere in considerazione il ritorno al gioco.

Prenota il tuo appuntamento direttamente online!