Feugiat nulla facilisis at vero eros et curt accumsan et iusto odio dignissim qui blandit praesent luptatum zzril.
+ (123) 1800-453-1546
info@example.com

Related Posts

+39 3914736535
Lun - Ven: 8:00 - 20:00
segreteria.dottfilippone@gmail.com

PROTESI DI ANCA: I PRIMI PASSI

Protesi di Anca: I Primi Passi 

Un paziente sottoposto a protesi totale di anca può rientrare in stanza dopo l’intervento chirurgico con un cuscino tra le gambe, per mantenerle leggermente divaricate. Questo cuscino ha lo scopo di stabilizzare i fianchi ed evitare la lussazione. Il medico può suggerire al paziente di utilizzare il cuscino mentre dorme e riposa a letto anche durante i giorni successivi all’intervento.

 

 

Nelle ore successive all’intervento, il paziente inizierà a recuperare la sensibilità alle gambe. Il medico tratterà preventivamente il dolore utilizzando una combinazione di farmaci che si completano a vicenda e riducono al minimo gli effetti collaterali: questo approccio viene chiamato “analgesia multimodale”.

 

Se il dolore è ragionevolmente sotto controllo, al paziente può essere chiesto di fare esercizi delicati a letto, come:

 

  • Piegare e flettere la caviglia (pompa per caviglia)
  • Contrarre e rilassare i muscoli quadricipiti
  • Contrarre e rilassare i muscoli glutei

 

È consigliato eseguire esercizi leggeri per pochi minuti ogni ora (non è necessario interrompere il sonno) per facilitare il flusso sanguigno.

Al paziente verrà essere chiesto, inoltre, di alzarsi e fare alcuni passi con l’aiuto di un fisioterapista e / o di un deambulatore. I pazienti che si alzano e mettono il peso (con assistenza) sui loro nuovi fianchi subito dopo l’intervento chirurgico tendono a riprendersi più rapidamente rispetto ai pazienti che non lo fanno.

Quanto peso può essere messo sulla nuova anca?

Un chirurgo e un infermiere forniranno a ciascun paziente le linee guida sul carico da seguire in ospedale e a casa. Inizialmente, si può consigliare a un paziente di applicare solo una piccola percentuale di peso sulla gamba interessata, applicando sempre più peso nel tempo.

La quantità esatta di pressione che la nuova anca può sopportare dipenderà da fattori come:

 

  • il tipo di intervento chirurgico e le protesi utilizzate
  • la condizione dell’osso naturale del paziente
  • come le protesi sono state fissate all’osso naturale

 

 

    • Procedi lentamente quando sali le scale. Assicurati che le luci siano accese. Chiedi a qualcuno di guardarti, se puoi. Quando sali le scale:
      • Alzati per primo con la gamba sana. Quindi portare la gamba interessata fino allo stesso passo. Porta le stampelle o il bastone.
      • Per scendere le scale, invertire l’ordine. Per prima cosa, metti le stampelle o il bastone sul gradino inferiore. Quindi porta la gamba interessata fino a quel punto. Infine, scendi con la gamba sana.

     

    • Puoi andare in macchina, ma fermati almeno una volta ogni ora per scendere e camminare.

     

    • Potresti voler dormire sulla schiena. Non allungarti troppo per tirare su le coperte quando sei a letto.

Prenota il tuo appuntamento direttamente online!